Immagine Camera dei Deputati. Tappa finale #Conibambini-Tutta un’altra storia

Camera dei Deputati. Tappa finale #Conibambini-Tutta un’altra storia

5 Ottobre 2018

Più di 250 persone hanno partecipato alla tappa finale della manifestazione nazionale #Conibambini-Tutta un’altra storia. In occasione dell’evento, oltre  a dare conto delle attività svolte dall’Impresa Sociale, è stato presentato il primo rapporto sulle città del neonato Osservatorio sulla povertà educativa promosso da Openpolis e Con i Bambini. Nel dossier Asili nido a Roma“, la città eterna  si conferma capitale delle periferie, per quanto riguarda i servizi dedicati all’infanzia. In città vivono 66 mila bambini sotto i 3 anni, cioè il 2,3 per cento della popolazione romana. La loro presenza aumenta man mano che ci si allontana dal centro: la ragione è certamente legata ai prezzi inaccessibili delle abitazioni. In nessuna delle 15 zone con i prezzi immobiliari più alti, la percentuale di bimbi tra 0 e 2 anni raggiunge il 2 %, con la sola eccezione del quartiere Trieste (2,3 %). Nel centro storico, dove il valore medio al metro quadro sfiora gli 8 mila euro, i residenti con meno di tre anni sono l’1,38% Al contrario nelle aree con i prezzi più bassi, spesso la quota di minori sotto i 3 anni supera il 3%. Sono 39 le zone di Roma ad alto rischio vulnerabilità sociale e materiale, 11 presentano un’offerta di servizi per la prima infanzia superiore al 33 %, ma questi quartieri confinano con altri che, oltre a essere deprivati, hanno pochi posti per asili rispetto agli abitanti. Ad esempio, nell’estrema periferia est di Torre Angela la copertura potenziale del servizio prima infanzia è al 34 %, mentre non raggiunge il 20 % a Giardinetti (17,4%), San Vittorino (12,8%) e Borghesiana (8,7%). Roma si compone di tante realtà differenti, anche nell’offerta di posti in asilo nido pubblici o in convenzione. Tre municipi su 15 superano il 40% di copertura potenziale (XIII, IV e X). Ma ci sono municipi con molti meno posti, come il XV (ultimo con il 18% di copertura).

Durante l’incontro, inoltre, è stato diffuso lo spot sociale “Facciamo squadra” sulla povertà educativa minorile promosso da Con i Bambini, con l’amichevole partecipazione di Maria Grazia Cucinotta e che vede protagonisti i cittadini di un intero paese, Boville Ernica in provincia di Frosinone, in una rappresentazione, ironica e accessibile, di “comunità educante” che si mobilità per contrastare la povertà educativa minorile.

Infine, è stato presentato l’e-book #Conibambini-Tutta un’altra storia, con i migliori racconti partecipanti all’omonimo contest letterario gratuito promosso da Con i Bambini e rivolto agli under 18. A premiare i 24 ragazzi, selezionati da una giuria di scrittori composta da Carlo Lucarelli, Chiara Gamberale, Giovanni Tizian e Manuela Salvi, sono stati Tizian e la Salvi. Gloria Bruno, 14 anni di Brindisi, autrice di “Come un cubo di rubik”, il racconto che ha ottenuto più consensi dai giurati, ha spiegato come la storia che ha voluto raccontare parte dalla vita degli adolescenti, complicata un po’ come il celebre rompicapo.

Altri eventi che potrebbero interessarti

Foto di Amedeo Novelli

Non c’è futuro senza giovani. A Milano per parlare di povertà educativa e periferie

Scommettere sui giovani, con bambini e ragazzi per costruire il futuro di questo paese. E’ insieme che si deve avviare […]

Leggi tutto

Innovare con la scuola

Ci vediamo il primo marzo a Brindisi per la quarta tappa della manifestazione nazionale #Conibambini- Tutta un’altra storia, per parlare […]

Leggi tutto
Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK