News

Call valutazione di impatto bandi “Tutti inclusi” e “Liberi di crescere”

Foto di Marvin Meyer su Unsplash
Foto di Marvin Meyer su Unsplash

Nell’ambito dei bandi “Tutti inclusi” e “Liberi di crescere”, pubblicati da Con i Bambini nel corso del 2022, è previsto il coinvolgimento di uno o più enti di ricerca che conducano la valutazione di impatto delle iniziative sostenute.

Gli enti di ricerca, appartenenti a dipartimenti universitari, centri e istituti di ricerca, pubblici o privati, specializzati nelle discipline sociali, economiche e statistiche, sono pertanto invitati a inviare una manifestazione di interesse entro, e non oltre, le ore 13:00 del 31/05/2023.

Compito degli enti sarà produrre una valutazione dell’impatto delle azioni realizzate, sia in termini di cambiamenti osservati nei beneficiari diretti, sia di trasformazioni avvenute nei contesti di intervento (sistemi e/o comunità coinvolte), anche al fine di promuovere l’individuazione di buone pratiche. Gli enti, inoltre, avranno il compito di definire il disegno di ricerca sia dei singoli progetti sostenuti, sia delle iniziative nel loro insieme, adottando (in accordo con l’ente erogatore) un set di indicatori valido per tutti i progetti candidati e coerente con le finalità generali del bando. Il lavoro sarà in ogni caso svolto in stretta collaborazione tecnica ed operativa sia con l’ente erogatore sia con gli enti finanziati.

La partecipazione alle presenti call non è ammessa agli enti che attualmente già ricoprono lo stesso ruolo in altri bandi con ente di valutazione di impatto unico. Inoltre, si specifica che è ammesso l’invio di una sola candidatura per ciascuno bando ma che è possibile candidarsi come ente per la valutazione di impatto in uno o più dei bandi oggetto della call.
La manifestazione di interesse dovrà pervenire all’Impresa sociale Con i Bambini entro la data di scadenza indicata, esclusivamente on line, previa registrazione dell’organizzazione sulla piattaforma Chàiros.

Per inoltrare la candidatura, dopo essersi registrati, sarà necessario selezionare, all’interno del formulario per la valutazione di impatto, il nome del bando per il quale si intende trasmettere la propria proposta e compilare tutti i campi richiesti, allegando inoltre i seguenti documenti:

a. il CV (massimo 3 pagine ciascuno) di massimo 5 componenti del gruppo di ricerca, che sarà dedicato alla valutazione di impatto dei progetti sostenuti con la presente iniziativa;
b. (solo per gli enti di ricerca privati) il proprio statuto e gli ultimi due bilanci approvati (2020 e 2021).
Nella prima fase di pre-selezione sarà individuato uno o più enti idonei che saranno contattati per partecipare alla successiva fase di definizione dettagliata del disegno di valutazione.

In questa seconda fase, Con i Bambini, in accordo con i partenariati coinvolti, richiederà ulteriori elaborati ed elementi, utili a giungere alla definitiva individuazione dell’ente o degli enti responsabili cui affidare la valutazione d’impatto.
Nel processo di selezione dell’ente o degli enti valutatori, che coinvolgerà attivamente anche i soggetti proponenti delle iniziative sostenute nell’ambito del bando, saranno presi in considerazione:

  1. l’esperienza maturata nella valutazione di impatto di progetti in ambito socio-educativo e, in particolare, relativi alla tematica del bando;
  2. la qualità del ‘disegno di valutazione’

Al termine del processo di selezione e in seguito alla formalizzazione dell’incarico, all’ente o agli enti selezionati sarà proposto di entrare a far parte dei partenariati di progetto e richiesta la sottoscrizione di un apposito contratto con i soggetti responsabili degli stessi.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’ufficio Attività Istituzionali al Telefono: 06-40410100 (interno 1) durante gli orari di assistenza previsti o scrivere all’indirizzo affarigenerali@conibambini.org.

Osservatorio #conibambini

Report con dati comunali e mappe sul fenomeno della povertà educativa in Italia.

Calo delle nascite in Italia: nuovo record nel 2023

Con 379mila nuove nascite nel 2023, continua l’inverno demografico del paese. Dati ancora provvisori, che però confermano una tendenza visibile da alcuni anni. Rispetto al 2022 le nascite sono diminuite di 14mila unità (il 3,6% in meno). In confronto al 2008, ultimo anno di “picco” il calo è superiore a un terzo (-34,2%). Significa quasi…

Vai all'osservatorio

Percorsi con i bambini

I blog dei progetti

Visita il sito