News

Call valutazione di impatto bando “Benessere psicologico degli adolescenti”

L’8 giugno 2023 Con i Bambini ha pubblicato il bando per il “Benessere psicologico e sociale degli adolescenti”, dedicato alla promozione della salute e del benessere mentale degli adolescenti di età compresa tra gli 11 e i 18 anni attraverso la sperimentazione di modelli di intervento comunitari, integrati e sistemici.

Nell’ambito di tale bando è previsto il coinvolgimento di un raggruppamento di enti di ricerca pubblici o privati, al quale affidare l’incarico di produrre:

  • una valutazione finale di efficacia e una valutazione di impatto ex post (tra 12 e 24 mesi dalla fine delle attività) per ciascun progetto finanziato;
  • una valutazione finale di efficacia e una valutazione di impatto ex-post sull’insieme dei progetti sostenuti dal bando.

Per la realizzazione delle attività sopraindicate, sono previsti momenti di confronto e restituzione con i partenariati e l’elaborazione di report intermedi secondo tempistiche e modalità indicate da Con i Bambini. A partire dagli esiti di tali valutazioni andranno inoltre individuate buone pratiche d’intervento potenzialmente replicabili e indicazioni di policy. Attraverso la pratica valutativa, gli enti selezionati dovranno contribuire alla diffusione della cultura della valutazione sui territori coinvolti dagli interventi finanziati dal bando.

Il raggruppamento dovrà essere composto da un massimo di tre enti, uno dei quali avrà il ruolo di capofila e curerà sia il coordinamento dell’incarico, sia i rapporti diretti con l’impresa sociale Con i Bambini, sia i rapporti amministrativi con il soggetto responsabile. Il raggruppamento di enti dovrà essere in grado di garantire rigore metodologico e capacità gestionali funzionali per operare su tutto il territorio nazionale.

L’incarico si svolgerà in quattro fasi:

  1. progettazione dell’impianto valutativo di bando, in stretto raccordo con gli uffici di Con i Bambini;
  2. finalizzazione del disegno di valutazione di bando e di ciascun progetto, in collaborazione con le partnership delle proposte progettuali ammesse alla seconda fase (cfr. punto 1.5 del bando);
  3. realizzazione della valutazione dei singoli progetti;
  4. realizzazione della valutazione di bando.

La fase 1 avrà una durata indicativa di 4 mesi (febbraio 2024 – maggio 2024) e si concluderà con la consegna dei seguenti output:

  • ipotesi della teoria del cambiamento e del disegno di valutazione del bando;
  • ipotesi di strumenti di rilevazione e modalità di raccolta dei dati;
  • stima dei costi e delle risorse che ciascun progetto dovrà allocare per le attività di valutazione programmate.

La fase 2 avrà una durata indicativa di 4 mesi (giugno 2024 – settembre 2024) e si concluderà con la consegna dei seguenti output:

  • disegno di valutazione esecutivo del bando;
  • disegno di valutazione esecutivo per ciascun progetto finanziato.

Per le fasi 1 e 2 dell’incarico è previsto un compenso di 15.000 € (al netto dell’IVA). La fase 3 dell’incarico sarà formalizzata da accordi diretti tra l’ente di valutazione e le singole organizzazioni beneficiarie di contributi. Tale fase è composta dall’attività di ricerca che l’ente di valutazione svolgerà con ciascun progetto e si concluderà con la presentazione dei rapporti finali ed ex-post (orientativamente entro la fine del 2029). L’importo di tale attività sarà definito successivamente alla presentazione del disegno di valutazione e comunque entro il limite massimo del 4% dei contributi assegnati a ciascun progetto. La fase 4 prevede l’elaborazione dei rapporti finale ed ex-post a livello di bando, per la cui realizzazione è previsto un compenso di 10.000 euro (al netto dell’IVA).

Gli enti di ricerca interessati all’incarico dovranno inviare una candidatura, entro e non oltre le ore 17.00 del 26 febbraio 2024. La candidatura dovrà essere inviata tramite la piattaforma Chàiros dall’ente che si candida a fare da capofila del raggruppamento; nella candidatura dovranno essere agganciati con il ruolo di partner gli altri enti di ricerca individuati come componenti del raggruppamento. È necessario quindi che sia il capofila, sia i partner siano iscritti sulla piattaforma Chàiros.

Per la valutazione delle candidature saranno presi in considerazione:

  1. curriculum degli enti di ricerca e dei singoli ricercatori e loro coerenza con la tematica del bando;
  2. competenze metodologiche;
  3. esperienza nella gestione di progetti complessi sul territorio nazionale;
  4. proposta di un piano di lavoro e ipotesi di impianto valutativo (secondo il formulario disponibile in piattaforma Chàiros e allegato alla call).

Sarà, inoltre, valutato positivamente il raggruppamento composto da enti localizzati in aree geografiche differenti e in grado di assicurare un’adeguata copertura di tutto il territorio nazionale.

Per inoltrare la candidatura, dopo essersi registrati, sarà necessario compilare i campi richiesti all’interno della manifestazione di interesse, allegando i seguenti documenti:

  1. il CV degli enti che compongono il raggruppamento;
  2. il CV (massimo 3 pagine ciascuno) dei componenti del gruppo di ricerca che svolgerà la valutazione di impatto dei progetti sostenuti con la presente iniziativa;
  3. (solo per gli enti di ricerca privati) il proprio statuto e gli ultimi due bilanci approvati (2021 e 2022).

Solo gli enti ritenuti idonei per l’incarico saranno contattati per un colloquio di approfondimento.

In seguito alla formalizzazione dell’incarico, al raggruppamento di enti selezionato sarà proposto di entrare a far parte dei partenariati di progetto e richiesta la sottoscrizione di un apposito contratto con i soggetti responsabili degli stessi.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’ufficio Attività Istituzionali al seguente recapito telefonico: 06-40410100 (interno 1) durante gli orari di assistenza previsti o scrivere all’indirizzo affarigenerali@conibambini.org.

In allegato: Formulario Raccolta candidature Valutazione d’impatto

Partono le call del progetto sostenuto da Comune di Milano e Con i Bambini, realizzato in collaborazione con ICEI. La Call Idee, che raccoglie le idee proposte da gruppi di giovani, scade il 23 giugno.

Osservatorio #conibambini

Report con dati comunali e mappe sul fenomeno della povertà educativa in Italia.

Biblioteche nelle aree interne: solo una su 3 ha spazi per i giovani

In un paese dove circa una famiglia su 10 non ha libri in casa, il potenziale delle biblioteche nell’avvicinare bambini e ragazzi alla lettura è enorme. Specialmente quando queste strutture lavorano insieme alle altre istituzioni educative presenti sul territorio, a partire dalle scuole. Ma il loro ruolo va ben oltre. Tra le funzioni delle biblioteche…

Vai all'osservatorio

Percorsi con i bambini

I blog dei progetti

Visita il sito