News

#ConiBambiniUcraini: bambini e ragazzi chiedono la pace!


“L’Italia ripudia la guerra”. È l’incipit dell’articolo 11 della nostra Costituzione, una scelta di pace che le ragazze e i ragazzi di oggi ribadiscono a gran voce manifestando nelle piazze.

Un tema che per la prima volta bambini e adolescenti si ritrovano ad affrontare a scuola, in famiglia e con gli amici, nella consapevolezza che l’attacco russo all’Ucraina sta mettendo a rischio la vita della popolazione civile e di 7 milioni e mezzo di bambini in Ucraina.

In questi giorni di preoccupazione, dopo due anni già difficili a causa della pandemia, vogliamo poter dare parola alle paure e ai pensieri negativi che i bambini inevitabilmente purtroppo sentono e, al contempo, riempire i social di colori e messaggi di pace di bambini e ragazzi: disegni, grafiche e pensieri per invitare tutti gli adulti a fermare immediatamente il conflitto e far tornare la pace!

I materiali possono essere inviati all’indirizzo email comunicazione@conibambini.org oppure condivisi sui social taggando Con i Bambini e usando l’hashtag #ConiBambiniUcraini. Su disegni, grafiche e pensieri possono essere indicati nome, età e città di bambine/i, ragazze/i (non altri dati, per tutelare la loro privacy). Sempre per motivi di privacy, chiediamo di inviarci foto dei lavori realizzati senza riprendere i volti.

I lavori saranno condivisi sui canali di Con i Bambini e proiettati sulle facciate di palazzi istituzionali.

Profili da taggare:
Facebook: https://www.facebook.com/ConiBambini1
Twitter: https://twitter.com/ConiBambini 
Instagram: https://www.instagram.com/conibambini/
Linkedin: https://www.linkedin.com/company/con-i-bambini

Protocollo d’intesa tra Con i Bambini, ministero della Giustizia, Dipartimento giustizia minorile e di comunità, sindaco di Napoli, presidente della Regione Campania, vescovo e prefetto di Napoli, ministero dell’Istruzione.

Osservatorio #conibambini

Report con dati comunali e mappe sul fenomeno della povertà educativa in Italia.

Musei: visitatori in calo del 76% a causa della pandemia

L’emergenza Covid ha avuto un impatto anche sulla vita culturale delle persone. La necessità di contenere i contagi ha comportato anche una riduzione del numero di visitatori dei musei. Lo scorso febbraio, Istat ha reso noto che gli utenti di musei e istituti similari, pubblici e privati, sono stati circa 36 milioni nel 2020. Cioè il 76%…

Vai all'osservatorio

Percorsi con i bambini

I blog dei progetti

Visita il sito
Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK