Osservatorio

Mense scolastiche: ancora poche in periferia

Tag: Edilizia scolastica

La presenza di mense nelle scuole è necessaria soprattutto nelle aree interne, storicamente più povere di servizi. Ma è proprio nei comuni più periferici che il servizio è carente. È quanto emerge dal report settimanale dell’Osservatorio povertà educativa #Conibambini, a cura di Openpolis e Con i Bambini. Di seguito un estratto del rapporto.

Le aree interne sono i territori del Paese più distanti dai servizi essenziali (quali istruzione, salute, mobilità). Parliamo di oltre 4.000 comuni, con 13 milioni di abitanti, a forte rischio spopolamento (in particolare per i giovani), e dove la qualità dell’offerta educativa risulta spesso compromessa.

In Italia gli edifici scolastici statali dotati di mensa sono una minoranza. In media, poco più di un edifico su 4 (26%).

Solo in 4 regioni oltre la metà delle scuole ha la mensa

mense-scolastiche-regioni

Un quadro che indica una forte polarizzazione, tra una minoranza di regioni del centro-nord che dichiara la mensa in più del 60% degli edifici (in particolare Valle d’Aosta, Toscana, Friuli-Venezia Giulia e Piemonte) e un Mezzogiorno dove il dato non arriva al 20% (con l’eccezione della Sardegna).

L’importanza dei servizi educativi nei comuni interni

Nelle aree interne il percorso educativo può essere ostacolato da una serie di fattori: difficoltà nell’organizzazione dei sistemi di trasporto scolastico; distribuzione dei plessi scolastici spesso poco funzionale; una mobilità dei docenti più elevata; tassi di abbandono scolastico che superano la media nazionale e livelli più bassi di apprendimento. Per queste ragioni la strategia sulle aree interne indica la necessità di migliorare l’appetibilità delle scuole in questi contesti.

A tal fine, proprio nei territori dove lo spostamento richiede più tempo, è essenziale l’esistenza di mense scolastiche. La carenza di questi servizi è uno dei principali limiti all’estensione dell’offerta formativa.

Nei comuni più periferici, distanti oltre 40 minuti dai centri maggiori, la presenza di mense negli edifici scolastici statali è inferiore al 24%.

Valle d’Aosta e Liguria sono le regioni con più mense nei comuni periferici

mense-scolastiche-comuni-periferici

Su conibambini.openpolis.it è possibile approfondire l’argomento, con dati e mappe su diverse regioni e comuni italiani.

L’Osservatorio #Conibambini, realizzato da Con i Bambini e Openpolis nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, fornisce dati e contenuti sul fenomeno in Italia nella modalità di data journalism, in formato aperto e sistematizzati, per stimolare un’informazione basata sui dati. L’obiettivo è promuovere un dibattito informato sulla condizione dei minori in Italia, a partire dalle opportunità educative, culturali e sociali offerte, ed aiutare il decisore attraverso l’elaborazione di analisi e approfondimenti originali.

Il report completo è disponibile in formato pdf

Osservatorio #conibambini

Report con dati comunali e mappe sul fenomeno della povertà educativa in Italia.

Spesa pubblica in istruzione: Italia ancora ultima in UE

L’istruzione è uno degli asset strategici per affrontare le sfide che ci attendono nel prossimo futuro. Nonostante gli sforzi fatti negli ultimi anni, però, gli investimenti pubblici italiani, stando ai dati del 2018, non sono ancora tornati ai livelli precedenti la crisi del 2008. È quanto emerge dal report dell’Osservatorio povertà educativa #Conibambini, a cura…

Vai all'osservatorio

Percorsi con i bambini

I blog dei progetti

Visita il sito

Il volley via web!

Anche il volley va in via telematica. Dopo il grande successo di quest'estate con i laboratori gestiti dal partner Rinascita Lagonegro, lo...

Progetto: LEE

Tieni il ritmo!

        Ha preso il via da alcune settimane il laboratorio di percussioni all'interno degli spazi del Centro di Aggregazione...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK