Osservatorio

La carenza di asili nido in Campania

Tag: Asili nido

La Campania è la regione italiana con la minor offerta di asili nido. Una mancanza che si aggrava a livello locale, dove alcune province registrano una copertura ancor più bassa della media regionale e la maggior parte dei comuni è totalmente priva di strutture per il servizio. È quanto emerge dal report dell’Osservatorio povertà educativa #Conibambini, a cura di Openpolis e Con i Bambini. Di seguito un estratto del rapporto.

Considerando i 24 posti per 100 bambini offerti a livello nazionale, il Mezzogiorno registra livelli di copertura inferiori e ampiamente distanti dal raggiungimento dell’obiettivo Ue. In particolare, in Sicilia, Calabria e Campania il servizio viene offerto a meno di 10 bambini su 100.

Con soli 11.747 posti a fronte di circa 150 mila bambini, la Campania è la regione con la minor copertura. All'interno della regione poi, alcune province registrano livelli di offerta ancora più bassi della media regionale, sottolineando la grave carenza del servizio.

La provincia di Salerno registra la copertura più ampia nella regione (11,1%) e supera, insieme a Benevento, l'offerta media regionale pari a 7,6%. Sotto questa soglia Avellino, Napoli e Caserta, che chiude la classifica con soli 5,7 posti offerti per 100 bambini.

Il comune di Avellino, con un'offerta complessiva di 121 posti per circa 1.100 bambini, supera di 3,7 punti percentuali la media provinciale (7,2%). I livelli più alti di copertura si registrano invece in comuni con un numero di residenti tra 0-2 anni inferiore a 100: Santa Lucia di Serino (200%), Lauro (111,8%) e Venticano (51,7%). Da notare che molti dei territori confinanti con il capoluogo, nonché unico comune polo di provincia, hanno una copertura pari a 0.

Avellino è la provincia con la più bassa percentuale di comuni con asili nido

Il capoluogo è al primo posto, con un'offerta del 10,9%, gestita a metà circa da strutture pubbliche e strutture private. Tra gli altri enti considerati, Ariano Irpino e Mercogliano hanno una copertura interamente pubblica, mentre Solofra ha solo asili nido privati sul territorio. Da sottolineare che i 6 comuni totalmente privi di strutture hanno comunque un numero di bimbi residenti che va dai 200 ai 500 circa.

Su conibambini.openpolis.it è possibile approfondire l’argomento con grafici e mappe che affrontano la situazione a livello regionale e provinciale.

L’Osservatorio #Conibambini, realizzato da Con i Bambini e Openpolis nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, fornisce dati e contenuti sul fenomeno in Italia nella modalità di data journalism, in formato aperto e sistematizzati, per stimolare un'informazione basata sui dati. L’obiettivo è promuovere un dibattito informato sulla condizione dei minori in Italia, a partire dalle opportunità educative, culturali e sociali offerte, ed aiutare il decisore attraverso l'elaborazione di analisi e approfondimenti originali.

Osservatorio #conibambini

Report con dati comunali e mappe sul fenomeno della povertà educativa in Italia.

Italia penultima in Europa per percentuale di laureati

L’Italia è tra gli ultimi posti per quota di laureati tra i paesi Ue e, analizzando i dati territoriali sulle iscrizioni dei neo-diplomati, emerge come in diverse aree il passaggio diretto da scuola superiore a università riguardi meno della metà dei ragazzi. È quanto emerge dal report dell’Osservatorio povertà educativa #Conibambini, a cura di Openpolis…

Vai all'osservatorio

Percorsi con i bambini

I blog dei progetti

Visita il sito
Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK