Agenda

Foggia – 17 giugno – Evento conclusivo di “Rappo dunque sono”

Educare i più piccoli attraverso un linguaggio universale che non conosce frontiere, né razze, né religioni: è questo il vero potere aggregante della musica, è questa l’essenza stessa di RAPPO DUNQUE SONO, l’azione del centro “TUTTO IL BELLO CHE C’È” di FoggiaChildren, il progetto selezionato dall’Impresa Sociale “Con i Bambini” nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e che vede come Ente capofila l’ARCI provinciale di Foggia.

Imparare a scrivere un brano, “metterlo in musica” e registrarlo. Conoscere il Rap, affrontare tematiche sentite e più che mai attuali come cyberbullismo, dipendenze da web ed impatto Generazione Z.

Proprio sul solco del successo targato 2020 e grazie alla disponibilità delle scuole è partita, lo scorso 29 marzo 2021, un’altra straordinaria avventura con RAPPO DUNQUE SONO che si è letteralmente sdoppiato in due livelli: il primo tenuto con la classe quinta del XI Circolo Didattico della scuola elementare San Ciro di Foggia; il secondo, invece, con i ragazzi di prima media (ex alunni San Ciro), gli stessi protagonisti di “Videolezioni”, una video-produzione musicale uscita l’estate scorsa che raccontava delle difficoltà vissute dai giovani  in periodi di quarantena.

Così “armati” di passione e con tanta voglia di fare, e guidati dagli esperti del settore Remo Amatore, Totò Nasty e K9,  tutti gli alunni, grandi e piccini, di entrambi i laboratori di RAPPO non si sono fatti intimorire dalla DAD e si sono immersi in una esilarante avventura a suon di metriche e di basi, realizzando anche quest’anno, un vero e proprio miracolo: ben due video finali intitolati “L’Amico intelligente” e “Arriva l’estate” che verranno presentati alle famiglie e alla stampa il 17 giugno 2021 alle ore 19, nella splendida cornice dell’anfiteatro di Parcocittà. Seguirà poi un live set con Totò Nasty e K9.

Osservatorio #conibambini

Report con dati comunali e mappe sul fenomeno della povertà educativa in Italia.

Spesa in istruzione 2021-23: cosa cambierà

Impiegare adeguatamente le risorse europee del next generation Eu è la sfida che caratterizzerà i prossimi mesi e anni, nell’ambito del piano nazionale ripresa e resilienza (Pnrr). Ciò comporta un investimento sulle infrastrutture, materiali e immateriali, del paese. Tra queste, uno degli aspetti cruciali su cui intervenire è il sistema educativo, con l’obiettivo di colmare le carenze e…

Vai all'osservatorio

Percorsi con i bambini

I blog dei progetti

Visita il sito
Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK