Aggiornamento FAQ Bando Nuove Generazioni 2017

25 gennaio 2018

È previsto un limite al numero di proposte progettuali a cui un soggetto può aderire in qualità di ente valutatore?
Sì, ciascun soggetto incaricato della valutazione di impatto potrà, al pari degli altri enti, aderire a una sola proposta progettuale presentate in risposta al Bando Nuove Generazioni. Tuttavia, se tale soggetto è un’Università o centro di ricerca o uno degli enti inclusi nell’elenco pubblicato sul sito dell’Impresa Sociale, esso potrà aderire fino a un massimo di 5 proposte.

L’ente valutatore può essere incaricato anche dell’attività di monitoraggio e valutazione (in itinere)?
Sarebbe auspicabile garantire la terzietà della valutazione di impatto, tendendo separate tale attività da quelle di monitoraggio e valutazione (M&V) e prevedendo soggetti distinti all’interno del partenariato per la loro realizzazione. Tuttavia, è possibile prevedere una collaborazione dell’ente incaricato della valutazione di impatto con il/i soggetto/i incaricato/i dell’attività di monitoraggio e valutazione, al fine di concordare strumenti e metodi di rilevazione. Sarà pertanto possibile riconoscere, fra i costi del M&V, anche alcuni rimborsi/compensi per gli operatori dell’ente valutatore, purché non impattino eccessivamente sulla soglia massima (del 4% o del 2,5%) prevista dal Bando.

Tutte le FAQ relative al Bando Nuove Generazioni 2017 qui.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Call per esperti valutazione proposte progettuali bando Nuove Generazioni

La call si è conclusa il 19 gennaio 2018.

Leggi tutto
Foto di EasyWay

Progettazione partecipata nelle aree terremotate

Con i Bambini, in collaborazione con l’Associazione IF–ImparareFare presieduta dal prof. Marco Rossi-Doria, promuove un percorso di progettazione partecipata nelle aree terremotate.

Leggi tutto
Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK